Risultati

Risultati

Il progetto Mat2Rep ha l’obiettivo di sviluppare nuovi agenti farmacologici in due aree terapeutiche: A. la fase acuta delle lesioni traumatiche e vascolari nel sistema nervoso centrale (SNC); B. ulcere cutanee croniche non-curative.
Il design e la produzione di nuovi prodotti richiede la convergenza di competenze chimiche, farmaceutiche, biotecnologiche e di scienza dei materiali.

Area terapeutica A: fase acuta di lesioni traumatiche e vascolari del SNC.

Sviluppo di due strategie:

1) materiali elettroconduttivi per implementare la riparazione del SNC;

2) drug delivery basata su biomateriali.

Strategia 1: un materiale elettroconduttivo basato su idrogel è stato sviluppato dal laboratorio ISTEC-CNR e caratterizzato per le sue proprietà fisiche e meccaniche. Il materiale è in fase di test presso i laboratori del CIRI-SDV (UNIBO) utilizzando colture primarie di neuroni corticali, interfacciandosi e risolvendo problemi relativi ad imaging e biocompatibilità. Il monitoraggio funzionale sarà effettuato presso MISTER, utilizzando dispositivi elettronici basati su materiali organici o inorganici (Au/SiNws) per la registrazione di segnali elettrofisiologici extracellulari in maniera non invasiva.

Strategia 2: nanoparticelle multifunzionali biodegradabili sono state prodotte presso il laboratorio UNIMORE, per il trasporto di una mix di farmaci (ibuprofene, T3, eritropoietina) nell’area danneggiata, ottimizzando il metodo di incapsulazione, la stabilità, il controllo del rilascio e le caratteristiche chimico-fisiche e morfologiche. Le nanoparticelle sono attualmente presso il CIRI-SDV e la fondazione IRET per testarne la biocompatibilità e l’efficacia.

Area terapeutica B: ulcere cutanee croniche non-curative.

Un agonista delle integrine è stato selezionato e sintetizzato presso i laboratori CIRI-SDV (UNIBO), insieme al Nerve Growth Factor (NGF), una molecola nota per il suo potere riparativo. Un polimero elettrofilato per un rilascio controllato della molecola presso il sito di lesione è stato testato presso i laboratori della fondazione IRET su differenti tipi cellulari coinvolti nella risposta alle ulcere.